Home

ULTIMI ARTICOLI

Spalletti
Editoriale
Giacomo Dotta

E’ tuo, Luciano: questo derby è tuo

La storia la scrive chi vince. E questo capitolo lo ha scritto il mister. Firma autografa, edizione di prestigio. Questo derby è tuo, Luciano: con Vecino gli hai messo una spina nel fianco, con Lautarlo li hai tramortiti, ad ogni mossa di Gattuso hai risposto come Kasparov su una scacchiera.

Leggi l'articolo »
San Siro
Editoriale
Giacomo Dotta

nàu·ṣe·a

Nausea (nàu·ṣe·a): “nell’esistenzialismo, la persistente istintiva reazione dell’individuo di fronte all’insuperabile disagio provocato dall’estraneità e dall’assurdità del mondo“, dice Google. La Treccani aggiunge che ci si può aggiungere un fattore di “ripugnanza sotto l’aspetto morale“. Noi, qui, potremmo aggiungere dell’altro. La settimana è passata come sappiamo, guardando altre squadre sbattersi

Leggi l'articolo »
Lautaro Martinez
Editoriale
Giacomo Dotta

E ora inizia un nuovo campionato

Verrebbe da dire che dopo l’ennesima settimana sui social e 90 minuti sul campo sia inutile piangere sul latte versato, ma siamo a Cagliari e la battuta sarebbe irrispettosa e fuori luogo. Verrebbe da dire che ora è tutto perduto, ma ben sappiamo che non è così poiché tutto può

Leggi l'articolo »
Editoriale
Settore

Invettiva di un icardiano contro Icardi

Mi presento. Sono icardiano da sempre, anzi, da prima ancora che arrivasse all’Inter. Da quando nella stagione 2012-2013 segnò i gol con cui la Samp fece sei punti su sei con la Juve e, a seguire, da quando si disse che questo formidabile e semisconosciuto anticristo bianconero sarebbe arrivato all’Inter.

Leggi l'articolo »
Editoriale
Settore

Abisso

Se il calcio fosse una roba seria, e se l’Italia fosse un posto di gente seria, Fiorentina-Inter segnerebbe uno spartiacque nella storia del Var e del metro arbitrale, oltre che del calcio del terzo millennio sempre alla ricerca vana di una qualche sicurezza. E’ assai probabile che non succederà un

Leggi l'articolo »
Editoriale
Cristiano Carriero

Meno Icardi, più Inter (pagelle post Sampdoria)

La risposta a Icardi l’hanno data Perisic e Nainggolan: si può tornare. Se non vogliamo continuare ad auto-imporci delle crisi, come stile di vita, dobbiamo ricominciare da questa partita. E dalla verità che nessuno è davvero indispensabile – a parte la coppia di centrali, sull’importanza di Skriniar e De Vrji

Leggi l'articolo »

CHI SIAMO

Scopri le sezioni del

Per intenditori, esperti o appassionati di movimenti senza palla, passaggi in profondità, centrocampisti metodisti, terzini fluidificanti e falsi nueve
E che conoscono quanto fu importante, tatticamente, l’inserimento di Manicone nell’Inter di Bagnoli

Se non puoi fare a meno di commuoverti quando vedi Mourinho che abbraccia Materazzi in un parcheggio. Se ogni volta che senti parlare di centrocampista
box to box pensi a Nicola Berti contro il Bayern, se Zengabergomibrehme è la tua filastrocca preferita (ma anche Sartiburnichfacchetti non è male).

Firme nerazzurre alle prese con un fatto di rilevante attualità. Un punto di vista, condivisibile o opinabile, ma sempre coerente con la linea editoriale. 
Un linea che prevede calcio, cultura, divergenze ma mai il turpiloquio. 

 

Tutto il bipolarismo nerazzurro converge qui al termine dei 90 minuti di giuoco. Esaltazione, delusione, frustrazione, speranza.
Pagelle, voti, opinioni, spesso contrastanti. Si consiglia una buona dose di umorismo. 

 

Due chiacchiere con i tifosi delle altre squadre. I loro ricordi delle partite con l’Inter, i nostri incubi ricorrenti. 
Come quando di notte sogni Masinga che beffa Pagliuca, o Destro che si materializza all’altezza del secondo palo lasciato scoperto da Handanovic.

 

Rubrica di speranze e desideri agostani che si rinnovano a dicembre. I colpi sperati e quelli conclusi. Come quella volta che arrivò Wesley Sneijder 
ad un giorno dalla chiusura. Il resto lo conoscete: è scritto nella storia.