Éder Citadin Martins: avercene

di Giacomo Dotta La gratitudine è una moneta gratuita, anche se spesso se ne è paradossalmente avari. Ebbene, sono molti i motivi per cui in questa stagione bisognerebbe sentirsi in debito di un “grazie” con Éder Citadin Martins. Due sono i più semplici e immediati, quelli ovvi per quel che rimane scritto nella storia: due … Leggi tutto Éder Citadin Martins: avercene

C’è vita oltre i titolari: Inter – Bologna (5 cose molto buone vs 5 cose meno buone)

Cinque i punti recuperati alla Lazio in tre giornate. Questo è il dato, questo l'assunto da cui partire per constatare che superata la crisi, perché di crisi si è trattato, siamo al terzo posto. Trionfalismo no per carità, non ne abbiamo fatto nemmeno quando siamo usciti indenni da Napoli e Torino, pessimismi nemmeno. Guardando il … Leggi tutto C’è vita oltre i titolari: Inter – Bologna (5 cose molto buone vs 5 cose meno buone)

Chi ti ama ti follower

di Giacomo Dotta Buongiorno. Buongiorno a lei. Caffé? Si, grazie. La Gazzetta, ecco la Gazzetta. Calciomercato, delusioni, zona Champions, formazioni previste, fantacalcio, oh ecco la pagina sull'Inter. Di cosa si parla oggi? Di Instagram. Di cosa?! Di Instagram. Ecco quel che è successo all'Inter, ecco il dramma di oggi, ecco ciò per cui dovremmo scapicollarci … Leggi tutto Chi ti ama ti follower

La lezione di Vicini

Napoli, 3 luglio 1990. Azeglio Vicini guarda i suoi giocatori mentre battono i calci di rigore. Tiene tra le mani un fazzoletto, tra un'esecuzione e l'altra si asciuga la fronte. Sa che usciremo. Lo sappiamo tutti che andremo fuori da quel Mondiale. Esattamente come, 10 anni dopo, ad Amsterdam saremo sicuri di andare in finale. … Leggi tutto La lezione di Vicini

Stiamo meglio, stiamo peggio

di Giacomo Dotta Heila, fermi tutti: questa domenica abbiamo o non abbiamo conquistato un punto sui diretti concorrenti? Detta così suona male, tanto cacofonica quanto ingenua, in ogni caso poco credibile. Ma il concetto rimane: questa domenica abbiamo conquistato un punto sulle diretti concorrenti. Gioire è troppo, anzi: sarebbe del tutto folle. Al tempo stesso … Leggi tutto Stiamo meglio, stiamo peggio

La natività (Tanti auguri Josè)

di Giacomo Dotta e Cristiano Carriero 55 anni, oggi: auguri José. Te lo diciamo come lo si dice a una vecchia fidanzata, un amore grande e impossibile, finito un attimo prima di esplodere e un attimo dopo aver avuto il cuore travolto dall'emozione più grande di sempre. Non ci siamo mai sposati e Dio solo … Leggi tutto La natività (Tanti auguri Josè)

Essere ottimisti, non essere ottimisti: 5 vs 5 di Inter – Roma

Nella serata in cui scopriamo, con malcelato rammarico, che anche le squadre avversarie possono schierare un portiere che para (eccome, se para), ci ritroviamo a fare i conti con un annoso interrogativo: è stato un punto guadagnato o si tratta di due punti persi? Perché su due piedi verrebbe da pensare che una partita ripresa … Leggi tutto Essere ottimisti, non essere ottimisti: 5 vs 5 di Inter – Roma

The special Fan (Noi, che amiamo l’Inter)

di Giacomo Dotta "Inutile chiedere loro di seguirci, lo farebbero comunque perché i tifosi nerazzurri sono speciali e sono diversi da tutti gli altri."  Javier Zanetti, 10/09/2002 I tifosi neroazzurri sono speciali, i tifosi come noi sono diversi. A volte si parla di DNA, altre volte di attaccamento, qualcuno si spinge fino alla cultura. Oggi … Leggi tutto The special Fan (Noi, che amiamo l’Inter)

Dalla parte sbagliata, in una bella giornata (perdersi i 5 minuti più belli di sempre)

di Giacomo Dotta e Cristiano Carriero Non so a voi, ma mai come in questo periodo mi è capitato di notare su Facebook una condivisione in comune tra molti conoscenti. Si tratta del video che racchiude gli ultimi 10 minuti di quel famoso Inter-Sampdoria. Si, quello, proprio quell'Inter-Sampdoria, avete capito benissimo quale. Esistono molte versioni … Leggi tutto Dalla parte sbagliata, in una bella giornata (perdersi i 5 minuti più belli di sempre)

Semper lü (Perdonare Ganz e non pensarci più)

di Davide Franzini Tempo fa ero a Bormio con un gruppo di amici, e fuori da una discoteca allungavamo la notte mangiando l’ultimo panino. Fa freddo, è ormai ora di andare, ma uno di noi ha ancora fame. Manda giù il boccone, pulisce le labbra col tovagliolo e poi fa cenno al paninaro: Me ne … Leggi tutto Semper lü (Perdonare Ganz e non pensarci più)