Il sesto uomo (sottotitolo: Joao Mario è Karagounis meno brutto e più utile)

Di oggetti misteriosi ne abbiamo visti tanti, in questi anni. Noi interisti poi siamo esperti del tema "oggetti misteriosi difficilmente riciclabili". Se Yuto Nagatomo è alla sua partita numero 201 - avete letto bene 201, tra poco ce lo ritroviamo tra i 20 giocatori più presenti di sempre - e Medel ha dovuto giocare, con … Leggi tutto Il sesto uomo (sottotitolo: Joao Mario è Karagounis meno brutto e più utile)

Elogio dell’entusiasmo (Non vedere l’ora di tornare a San Siro)

Quello dell'entusiasmo non è uno stato d'animo che si riduce ad una semplice eccitazione partecipe. È qualcosa di estremamente più profondo, potente, massiccio. È, etimologicamente parlando, "il dio Dentro" (en - thèos), il risvegliarsi di una forza che ci pervade, tramite la quale non c'è meta che non sia a portata di mano, non ostacolo … Leggi tutto Elogio dell’entusiasmo (Non vedere l’ora di tornare a San Siro)

Juventus – Inter 1998 con la VAR (*Fiction)

Venticinquesimo minuto di Juventus - Inter, 28 aprile 1998, la Juventus è in vantaggio grazie ad un gol di Del Piero, l'Inter è nervosa, di fatto ha creato pochi pericoli, ma Ronaldo ha iniziato da poco a giocare come sa, ormai aspetta solo il momento per colpire la preda: dalla difesa arriva un pallone difficile da … Leggi tutto Juventus – Inter 1998 con la VAR (*Fiction)

Iniziare è meglio che ricominciare

Potremmo scomodare Nick Hornby di Febbre a 90° ma sarebbe troppo semplice, e in ogni caso sarebbe già visto. La grande verità di un campionato che inizia, e ti dà la possibilità di dimenticare quello precedente. Comunque sia andato. Preferisco scomodare Niccolò Fabi, la sua "Costruire", canzone nella quale dice "Si vivesse solo di inizi, … Leggi tutto Iniziare è meglio che ricominciare

Mircea io vorrei che tu Ronnie e io

Ti odiai. Ti amai. Alla fine non ci capimmo, perché il tempo è un vigliacco, e spesso è poco. E poi c'è il confronto, il maledetto confronto con che c'era prima e con chi doveva venire dopo. Stretto in una morsa ingenerosa, ingiusta, tra il buon padre di famiglia Simoni e lo yuppie Lippi, tra … Leggi tutto Mircea io vorrei che tu Ronnie e io

Due ragazzi baresi – lettera ad Antonio Cassano

Tutti, gioventù che eravamo, si sussurrava che il futuro dovevi aggredirlo appena affacciato il muso preoccupato fuori dalla tana. (Tre ragazzi immaginari, Enrico Brizzi) Essere nati e cresciuti nella parte "nuova" di Bari può essere una sfortuna, narrativamente parlando. Sì, perché ci allontana da te, Antonio, e delude le aspettative dell'interlocutore. "Ah, sei di Bari? … Leggi tutto Due ragazzi baresi – lettera ad Antonio Cassano

Contro il Contropiede (in bocca a lupo Frank!)

di Michele Tossani E così Frank de Boer torna in pista: sarà l'ottavo manager in sette stagioni a Selhurst Park, dove sostituisce Sam Allardyce, dimessosi al termine di questa stagione dopo aver guidato le Eagles alla salvezza. Dopo aver toccata il suo apice recente sul finire della stagione 2015/16 (quando la squadra si era trovata … Leggi tutto Contro il Contropiede (in bocca a lupo Frank!)

Il mercato che vorrei

Quattro firme de il Nero e l'Azzurro analizzano la situazione del mercato tra digressioni tattiche e sentimenti personali. Tra utilità e bellezza, come la nostra maglia impone. il Portiere che vorrei (di Tommaso de Mojana @tomedemou) Solo lui. Poco conta che il ragazzo ancora ne debba compiere 25: Mattia Perin è uno di noi dal … Leggi tutto Il mercato che vorrei

Spalletti e il gioco liquido

di Michele Tossani (tattico) e Cristiano Carriero (story) Spalletti con la giacca di Oscar Giannino è già un buon incipit per questa storia. Spalletti che ripete "Uomini forti destini forti, uomini deboli destini deboli" è già meme. Indipendentemente dalle voci che circolavano e che volevano la dirigenza nerazzurra dietro Antonio Conte e Diego Simeone, quello … Leggi tutto Spalletti e il gioco liquido