Cinque domande al Ministro della Difesa (Riccardo Ferri su Skriniar, Inter e i marcatori panda)

Inutile nascondersi dietro un dito, Riccardo Ferri è uno dei giocatori che più ho amato nella mia ormai lunga vita interista. Da quando l'ho visto in campo per la prima volta la mia idea di difensore ha preso forma e volto. Duro, deciso, dotato tecnicamente ma capace di sacrificare ogni ambizione individuale per il bene … Leggi tutto Cinque domande al Ministro della Difesa (Riccardo Ferri su Skriniar, Inter e i marcatori panda)

Vedi Napoli e poi vedi (come non mettere le mani avanti mettendo le mani avanti)

Il gioco del calcio è organizzato secondo regole e calendari. Le regole sono abbastanza flessibili, anche se non dovrebbe andare così, i calendari no. Certo ci sono i rinvii causa maltempo e quelli obbligati dalla concomitanza di partite internazionali, ma in genere se il sorteggio dice che devi affrontare la tal squadra in una tal … Leggi tutto Vedi Napoli e poi vedi (come non mettere le mani avanti mettendo le mani avanti)

La terra è piatta e altre verità assolute (il Medioevo e i nemici della VAR)

La terra è piatta, inutile che tentino di fregarci con queste diavolerie moderne, con i palloni disegnati (quelli che chiamano mappamondo), con le immagini dal satellite e con la scemenza della forza di gravità. Provare a mettere i piedi sul soffitto, a testa in giù. Cosa succede? Ecco e allora come può essere che ci … Leggi tutto La terra è piatta e altre verità assolute (il Medioevo e i nemici della VAR)

Prendi i 3 punti e scappa (5 cose buone vs 5 cose pessime di Benevento – Inter)

Sesta vittoria su sette partite, terzo gol preso, prima doppietta stagionale per Brozovic, piccoli sprazzi di buon gioco e lunghi momenti letargo, accelerazioni formidabili e svarioni difensivi da restarci secchi. L'Inter del primo mese e mezzo di cura Spalletti è questa, un cantiere con alcuni muri solidi e molte incertezze, una squadra che ad alcuni … Leggi tutto Prendi i 3 punti e scappa (5 cose buone vs 5 cose pessime di Benevento – Inter)

Ha segnato per noi… Anzi no (esultare ai tempi della VAR)

L'esultanza è un momento di liberazione, un rito collettivo, l'esplosione di gioia che rilascia le endorfine nascoste chissà dove, sepolte da fatiche e piccole catene di amarezze quotidiane. Più che scambiarci un segno di pace ci abbracciamo, sorridiamo a sconosciuti e amici, ci trasformiamo in bambini  di fronte a un dono inaspettato o lungamente atteso. … Leggi tutto Ha segnato per noi… Anzi no (esultare ai tempi della VAR)

Vieni avanti Crotone (il titolo andava usato, prima o poi. 5 cose buone vs 5 meno buone di ieri)

di Tommaso De Mojana 5 cose buone viste ieri a Crotone, oppure 4 più il punto 4. 1. Handanovic – ad esser puntigliosi ci si potrebbe domandare perché un pallone come quello di Stoian arrivi rimbalzando in area piccola trovandolo inchiodato alla linea di porta ma in realtà più che puntigliosi si sarebbe stronzi e … Leggi tutto Vieni avanti Crotone (il titolo andava usato, prima o poi. 5 cose buone vs 5 meno buone di ieri)

Kondoglianze (lamento funebre in partenza di uno che non ce l’ha fatta)

Il cerchio si stringe. Prima Banega, poi Murillo e Medel. Assodato che Nagatomo è protetto da una buona stella o più semplicemente da una follia ipnotica collettiva che impedisce all'Inter di venderlo, prestarlo, regalarlo o anche pagare per la sua partenza, a guardarsi intorno fischiettando restano Brozovic, Jovetic, Ranocchia e Kondogbia. Dei primi due non … Leggi tutto Kondoglianze (lamento funebre in partenza di uno che non ce l’ha fatta)

Cosa resterà, di quest’anno lungo come ottanta? (Il tenero Pioli, le rulete e la notte che non finisce mai)

Hanno festeggiato come fosse una finale di Champions League, vinta e non pareggiata. Fatta pace con il fastidio iniziale, penso abbiano ragione loro. Mica perché mi piaccia in qualche modo la teoria dello sfottò con tutte le minchiate che l'accompagnano (sono uno di quelli che non ha mai usato il telefono dopo vittorie nostre o sconfitte altrui, mi … Leggi tutto Cosa resterà, di quest’anno lungo come ottanta? (Il tenero Pioli, le rulete e la notte che non finisce mai)

“O fero o piuma?”. Inter-Pescara (pensando alla Juve)

Ribelli come il ciuffo di Trump, tenaci come un mitilo bivalve. Ne abbiamo inanellate sette di fila, roba da far invidia al migliore John Holmes. E siamo lì, in quella parte di classifica dove non costa nulla sognare ma è ancora presto per progettare. Siamo alla ricerca di sapere che cosa potremmo diventare, un po’ … Leggi tutto “O fero o piuma?”. Inter-Pescara (pensando alla Juve)