Preghiera laica a Joaquin Correa

Oh nostro (quasi mai) amato Carlos Joaquin detto Tucu

Figlio di Tucuman

Re dell’asado

In questo finale di stagione invochiamo il tuo risveglio

Dopo due stagioni di pochi lampi e molte ombre, apparizioni ectoplasmatiche e gol con il contagocce

Dopo partite con pochi palloni toccati e decisioni inspiegabili (tipo non darla a Di Marco tutto solo sulla sinistra per passarla male a Lukaku, a Roma)

Ti chiediamo di tornare almeno per un po’ quello dei giorni migliori

Il giocatore che, pur senza continuità, poteva spaccare le difese in qualsiasi momento

Ci siamo abituati a vederti quasi sempre nella tua versione peggiore, quella capace sbagliare quasi tutto

Senza garra

Per questo ti chiediamo

Torna Tucu

Per poter bere tutti assieme a fine stagione una tazza di mate

E lodare una tua giocata decisiva

P.s. Spero sempre nella redenzione dei peggiori, soprattutto se hanno talento. Anche di cause perse o che sembrano tali.

Rispondi