Continuiamo a sognare.

Continuiamo a sognare.

Il calcio è sempre bello ma non sempre si vede un bel calcio. Una gara brutta da vedere? Sì, abbastanza. Come sono spesso sono le gare quando la posta in gioco è alta, si gioca a specchio, si cerca di sbagliare poco e sfruttare l’errore, più che offendere a tutti i costi.

Siamo stati nervosi, non troppo fantasiosi, a volte imprecisi. Ma anche e ordinati, attenti, opportunisti. Decisi.

Torniamo a Milano con 3 punti da scontro diretto, ancora quarti da soli, allontaniamo la Roma, andiamo verso l’Euroderby.

Continuiamo a sognare, a sperare, a pensare a quello che può essere il doppio scontro più felice o più sanguinoso della prossima memoria, da raccontare ai nostri nipoti con lacrime di gioia o con i pugni stretti.

Imperfetti, imprecisi, con paura e con entusiasmo, con il cuore che batte forte. Continuiamo a sognare.

Rispondi