La strada di Antonio

Conte non è e non è stato chiamato a vincere la Champions. È chiamato a riequilibrare i valori in Italia, a farci stare incollati alla sedia fino all'ultima giornata di campionato, a prescindere da come andrà a finire. Poi verrà il bello. Perché sarà lì che Antonio potrà fare il salto definitivo insieme alla società e alla squadra (che nel frattempo sarà cambiata), sopratutto se farà tesoro della prossima Europa League.

Empoli – Inter, dove servivano risposte

Servivano risposte. Non era solo una partita di fine anno contro l'Empoli, no: ci arrivavamo dopo un mese del tutto particolare, dopo situazioni del tutto anomale, al termine di un percorso pieno di insidie (nelle quali abbiamo inciampato proprio nei momenti sbagliati). Siamo caduti, dovevamo rialzarci. Eravamo disorientati, dovevamo ritrovarci. Servivano risposte e sono arrivate.... Continue Reading →

Buona la prima…

Esordio vincente e, per almeno un tempo, convincente dell’Inter di Luciano Spalletti che sconfigge 3-0 la Fiorentina nel debutto stagionale. Dal punto di vista tattico il 4-2-3-1 spallettiano è caratterizzato da una buona fluidità offensiva. I terzini, soprattutto Yuto Nagatomo, giocano molto alti stazionando spesso nell’altra metà campo. Ma la mobilità dei nerazzurri si vede... Continue Reading →