Passione, desiderio, amala. Ma non basta.

Forse il problema sta anche nella passione e la passione spesso ti frega portandoti a desiderare. Desiderare troppo. Volere, possedere.

Passione, desiderio, AMALA.

Ma il sonno della ragione genera mostri e spesso lunghi incubi. In questo l’odiosa ragionevolezza di Conte (possiamo dirlo, “odiosa”?) può forse compensare le sbandate del cuore così come il cuore ha spesso compensato il rigido e algido gioco fin qui visto (e spesso non-visto).

Giunti a questo punto della stagione sappiamo cosa abbiamo e cosa non potremo avere, non almeno in questa stagione. Abbiamo un grande portiere con nuovi limiti che emergono, ad esempio. Abbiamo una gran difesa pur se non sempre lucidissima. Abbiamo una metà campo con un diamante sempre più brillante, Barella, e troppe carte di Imprevisti e Probabilità tra cui ogni settimana il mister deve pescare. Abbiamo fasce con felicità a momenti e futuro incerto. Là davanti la chiamano LuLa, non sempre è spietata come vorremmo, ma non è mai sbiadita come vorrebbero gli altri. E forse c’è ancora un jolly seduto in panchina: noi lo avremmo già giocato più volte, Conte invece se lo tiene in mano per la mano decisiva.

Ormai sappiamo chi siamo e chi non saremo, cosa possiamo fare e cosa non riusciamo mai a raggiungere. Saperlo è forse un nuovo punto di forza, perché conoscere i propri limiti significa anche saperli gestire. Ora però bisogna guardare oltre, fin da stasera, adesso, subito.

Juventus
Lazio
Milan

Stanotte, da primi in classifica, pensateci: firmereste per una sconfitta e due vittorie? Firmereste per una vittoria e due pareggi? Firmereste per uscirne indenni in qualche modo e per giocarci poi tutto nel finale di stagione?

Passione, desiderio, AMALA e ragionevolezza!

Qui nessuno deve firmare in anticipo, ma si tratta di dimostrare a sé stessi – prima che agli altri – che in questa stagione non si è soltanto delle comparse. Che in questa storia non ci siamo caduti soltanto per caso.

E se vi parlano di Suning, di bilanci, di fondi e di geopolitica, giratevi dall’altra parte per non guardar peccatori che scagliano la prima pietra: nella buona e nella cattiva sorte, il nero e l’azzurro è uno spettacolo troppo romantico per farsi distrarre.

Passione, desiderio, AMALA, ragionevolezza e tanta, tanta, pazienza.

2 thoughts on “Passione, desiderio, amala. Ma non basta.

Add yours

    1. No, in realtà 1 pareggio e 2 vittorie. Quel “Juventus” è riferito al ritorno di Coppa Italia.
      Ma la sostanza non cambia, l’Inter ha intrapreso un percorso a senso unico adesso. Never give up!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: