Il bacio è un apostrofo rosa tra le parole Eto’o (ricordando Chelsea – Inter)

Di Davide Franzini La notizia mi aggredisce come una goccia di olio bollente che scoppia in viso, mentre in padella friggono i cordon bleu per la cena: Mourinho non convoca Balotelli. Perché? Strascico i piedi fino a tavola, nel piatto patate rosmarine che spingo con fatica in una bocca piena di domande. Perché? Perché sconvolgere … Leggi tutto Il bacio è un apostrofo rosa tra le parole Eto’o (ricordando Chelsea – Inter)

La lezione di Vicini

Napoli, 3 luglio 1990. Azeglio Vicini guarda i suoi giocatori mentre battono i calci di rigore. Tiene tra le mani un fazzoletto, tra un'esecuzione e l'altra si asciuga la fronte. Sa che usciremo. Lo sappiamo tutti che andremo fuori da quel Mondiale. Esattamente come, 10 anni dopo, ad Amsterdam saremo sicuri di andare in finale. … Leggi tutto La lezione di Vicini

La natività (Tanti auguri Josè)

di Giacomo Dotta e Cristiano Carriero 55 anni, oggi: auguri José. Te lo diciamo come lo si dice a una vecchia fidanzata, un amore grande e impossibile, finito un attimo prima di esplodere e un attimo dopo aver avuto il cuore travolto dall'emozione più grande di sempre. Non ci siamo mai sposati e Dio solo … Leggi tutto La natività (Tanti auguri Josè)

Dalla parte sbagliata, in una bella giornata (perdersi i 5 minuti più belli di sempre)

di Giacomo Dotta e Cristiano Carriero Non so a voi, ma mai come in questo periodo mi è capitato di notare su Facebook una condivisione in comune tra molti conoscenti. Si tratta del video che racchiude gli ultimi 10 minuti di quel famoso Inter-Sampdoria. Si, quello, proprio quell'Inter-Sampdoria, avete capito benissimo quale. Esistono molte versioni … Leggi tutto Dalla parte sbagliata, in una bella giornata (perdersi i 5 minuti più belli di sempre)

Semper lü (Perdonare Ganz e non pensarci più)

di Davide Franzini Tempo fa ero a Bormio con un gruppo di amici, e fuori da una discoteca allungavamo la notte mangiando l’ultimo panino. Fa freddo, è ormai ora di andare, ma uno di noi ha ancora fame. Manda giù il boccone, pulisce le labbra col tovagliolo e poi fa cenno al paninaro: Me ne … Leggi tutto Semper lü (Perdonare Ganz e non pensarci più)

Trattato di pianginismo ad uso dei meno attenti (chi lo è, chi non lo è, chi non sa di esserlo)

Si fa presto a dire piangina. A dire la verità si fa presto anche a dire pirla, come sosteneva Paolo Rossi qualche anno fa. Mourinho per esempio ci ha spiegato fin da subito che lui pirla non era, per capire che non si trattava di un piangina c'è voluto poco, pochissimo. Ma partiamo da principio. Piangina è un aggettivo lombardo, un dispregiativo … Leggi tutto Trattato di pianginismo ad uso dei meno attenti (chi lo è, chi non lo è, chi non sa di esserlo)

Sapessi com’è strano (quando s’incontrano Il Nero e l’Azzurro e Juventibus per parlare di calcio, di una rivalità infinita e di 20 anni di veleni)

L’abbiamo fatto. Che vi piaccia o meno, che la cosa sia vissuta come un errore o meno, ci siamo confrontati su alcuni dei tantissimi temi e nodi che rendono la partita di domani un crocevia di destini e di emozioni forti, giuste e sbagliatissime. L’abbiamo fatto perché la nostra idea di calcio è molto lontana … Leggi tutto Sapessi com’è strano (quando s’incontrano Il Nero e l’Azzurro e Juventibus per parlare di calcio, di una rivalità infinita e di 20 anni di veleni)

L’ordine degli addendi (Amare Ivan Zamorano)

di Simone Pazzano Bordeaux, 11 giugno 1998. Italia-Cile è la prima partita del gruppo B dei mondiali francesi. Tutti pronti a tifare per gli azzurri, ma prima ci sono gli inni. Parte quello cileno e dopo pochi secondi è chiaro che c'è una voce che spicca sulle altre, più forte e nitida di quella di … Leggi tutto L’ordine degli addendi (Amare Ivan Zamorano)

Hai detto Atalanta?

Dai pensiamo al campionato e non caghiamo quella subdola, turgida, cinica lotteria dei rigori. Così cantavano Elio e le storie tese nella sigla di Mai dire Gol del 1994, subito dopo i Mondiali americani. Con uno spirito diverso e molto meno goliardico, ci rituffiamo nell'ex campionato più bello del mondo per dimenticare le disavventure azzurre. Domenica c'è … Leggi tutto Hai detto Atalanta?

Fading Blue (la nostra vita scandita dai Mondiali, la nostra vita senza i Mondiali)

di Hendrik Van Der Decken I primi mondiali che ricordo e di cui ho coscienza sono quelli del 1974. Per chi non era ancora nato,  i mondiali (ancora in bianco e nero), erano l’unica occasione per vedere diffusamente in TV calcio esotico e campioni altrimenti confinati nell’immaginario di pochi minuti di sintesi nei mercoledì di … Leggi tutto Fading Blue (la nostra vita scandita dai Mondiali, la nostra vita senza i Mondiali)