News

Riflessioni semiserie sul fantacalcio in chiave nerazzurra

Non comprare troppi giocatori dell’Inter. Non comprare troppi giocatori dell’Inter.

Da qualche anno puntualmente ripeto come un mantra queste parole, ma arriva il giorno dell’asta, si iniziano a chiamare i portieri e succede questo:

“Handanovic”

“50!!”

”È tuo Marco…sei il solito interista”.

Più o meno va così…ogni anno. Solo che in passato era più bello, potevi comprare Julio Cesar, Samuel, Lucio, Zanetti, Milito, Eto’o, Ibra, Ronaldo (si, il Fenomeno, perché io il fantacalcio lo faccio dal 1994). Era bello perché l’Inter vinceva e tutti prendevano buoni voti. Da qualche anno le cose non vanno proprio così…ma proprio per niente.

In vista dell’inizio della nuova stagione, ecco qualche consiglio sulla attuale rosa nerazzurra in chiave fantacalcio sperando che, fino alla chiusura del mercato, possa arrivare qualcuno per cui poter spendere una barca di soldi all’asta.

Handanovic: con la speranza che quest’anno possa ridere più degli altri anni, fantacalcisticamente è una garanzia. Sempre inserito in prima fascia tra i portieri Top della serie A, garantisce ottimi voti, para i rigori e se riuscissimo ad azzeccare anche dei buoni difensori potrebbe addirittura avere meno malus da goal subiti. Sperando che non impazzisca proprio quest’anno…

Miranda: lui con le sue pantofole l’anno scorso ha deluso. Fantamedia di poco sotto il 6 e un’altalena di prestazioni decenti e pessime. Al fantacalcio è considerato un top tra i difensori ma secondo me senza pantofole potrebbe tornare quello di Madrid e fare molto di più.

Skriniar: anche se si chiama Milan è un difensore su cui fare affidamento. L’ho seguito l’anno scorso avendolo in rosa e ha garantito voti quasi sempre sufficienti. Con Miranda al fianco potrebbe fare il salto di qualità così come mostrato nel precampionato. Un titolare da prendere senza spendere eccessivamente.

Dalbert: avete presente Maicon? Marcelo? Dani Alves? Beh, Dalbert non c’entra assolutamente nulla. Questo brasiliano vede la porta come…anzi, questo brasiliano la porta non la vede proprio. In quasi 100 presenze in carriera tra i vari campionati ha segnato la bellezza di…un goal. Si uno solo. Però, c’è sempre un però, l’anno scorso è stato tra i migliori del campionato francese e regala assist importanti per i suoi compagni. Non svenatevi però: non è un terzino da prima fascia.

D’Ambrosio: con molta difficoltà devo ammettere che è stato il miglior difensore in ottica fantacalcio dei nerazzurri della passata stagione, con tre goal, due assist e una fantamedia superiore al 6. Se resta lui il titolare a destra, è un terzino su cui poter fare affidamento…ma io non lo compro.

Gagliardini: l’anno scorso ha stupito a Bergamo, illuso nelle prime apparizioni con Pioli e poi si è lasciato travolgere dalla mediocrità della stagione interista. È un centrocampista che ama inserirsi e concludere. Nella passata stagione ha realizzato 2 reti e fornito 3 assist, eccede un po’ nella foga agonistica avendo collezionato infatti ben 7 ammonizioni. Centrocampista di seconda fascia ma noi speriamo tutti che possa diventare di prima fascia.

Vecino: buona media, 3 goal e 4 assist sono il bottino della passata stagione. Anche lui ama inserirsi e giocare il pallone. Non ha mai fatto più di 3 goal in carriera…speriamo superi tutti i record quest’anno.

Borja Valero: io lo amo, lo dico subito. Non potrei essere obiettivo in questa valutazione, ma ci provo. Lui insegna calcio e sforna assist sia da calcio da fermo che in movimento. All’Inter non è detto che possa calciare i calci d’angolo essendoci già Candreva, ma è comunque un giocatore che garantisce goal e assist durante la stagione (l’anno scorso 7 assist e 1 rete ma è arrivato a segnarne anche 6 in una stagione in viola). Io spenderò tanto per lui, ma voi non esagerate.

Perisic: i numeri dovrebbero parlare per lui: 11 reti e 7 assist che tradotto in fantacalcistichese significa bonus per 40 punti. Ma non è tutto oro quel che luccica perché spesso si addormenta e regala prestazioni pessime. Sicuramente da inserire nella lista della spesa nella categoria Top.

Candreva: lui crossa. Crossa. E crossa. E alla fine azzecca l’assist giusto. Ne ha fatti 9 l’anno scorso contornati anche da 6 goal. Io non lo digerisco molto, perché potrà anche essere il giocatore europeo che fa più cross ma è anche il giocatore europeo con più cross sbagliati. Va comunque inserito tra i Top per i bonus che apporta.

Icardi: Maurito segna. Segna tanto. La media degli ultimi 3 anni dice quasi 21 goal ad anno. Non male per un ragazzo di 24 anni che l’anno scorso ha iniziato anche a fare assist (ben 4 sono infatti i passaggi-goal per i compagni nella passata stagione). Per Icardi si deve spendere tanto però, è bene precisare come nonostante i numeri sia un attaccante che non segna con costanza ma tende a fare molte doppiette e qualche tripletta.

Una menzione a parte meritano Joao Mario ed Eder. Il portoghese dell’anno scorso è parso l’ombra di quello che ha strabiliato agli Europei vinti da Ronaldo e compagni. All’Inter manca il centrocampista da prima fascia, il top player e se non dovesse arrivare dal mercato, Joao Mario potrebbe essere messo nelle condizioni giuste da Spalletti per potersi definitivamente consacrare e diventarlo. Speriamo Joao, noi crediamo in te.

Eder merita più della panchina all’Inter. L’anno scorso da panchinaro ha fatto 8 reti e 3 assist (in pratica ha regalato gli stessi bonus di Candreva), e meriterebbe più spazio solo per la voglia che ci mette ogni volta. Se dovete completare la rosa prendetelo anche in ottica gennaio quando eventualmente stufo della panchina potrebbe andare altrove e fare la differenza.

Buon fantacalcio a tutti.

 

Standard