Uno, cento, mille Rafinha. Chievo-Inter prima dell’aperitivo

Che cosa resta di Chievo-Inter? Due sensazioni. La prima: sembra che stiamo arrivando a fine campionato con la lingua di fuori come un husky sotto l’ombrellone (gesti apotropaici per tutti). La seconda, forse legata a doppio filo con la prima: che se abbassiamo ritmo e intensità andiamo in difficoltà nel gestire la partita, fosse anche di tressette col morto.

Detto questo cinque sì e cinque no.

Rafinha
Forse è un’infatuazione da mancanza d’altro, ma io lo trovo di un altro mondo per tocco della palla e gestione del gioco. Dà sempre l’idea di capire prima degli altri, di muoversi prima degli altri. Nell’assist a Ivan per il due a zero, a pensarci bene un banale passaggio di due metri, c’è tutto quello che amo di questo sport. Se lo avessimo avuto prima staremmo un po’ più su.

Brozo
Mi ripeto. Responsabilizzato e con una zolla di campo assegnata come una concessione balneare fa il cazzo che vuole. E lo fa bene.

Skryniar
Come sostiene una pubblicità di una nota marca d’auto: untaggable.

Karamoh
Meno brillante delle volte precedenti, talvolta confusionario, ma io credo molto in questo ragazzo. Uno dei pochi a leggere gli spazi e a poter saltare l’uomo in velocità.

Ivan (quando ha voglia)
Nel qual caso diventa oggettivamente straripante.

Cinque no.

Spalletti
Sia messo a verbale che lo ritengo uno dei migliori che abbiamo avuto negli ultimi anni. E che questo sodalizio spero rimanga immutato anche per le prossime stagioni a venire. Chiarito questo, non ho capito i cambi. In particolare quello di Karamoh con Santon. Non tanto per il valore del ragazzo, quanto perché siamo arretrati di circa venti metri e abbiamo perso corsa lì davanti.

Vecino
Cristosanto’stocoglioneguardacheminchiadipallahapersoinmezzoalcampoandasseaffanculo.it

Cancelo
La sua prestazione di oggi fa parte di una tattica contrattuale. Vuole favorire le trattative per il riscatto del suo cartellino abbassando il prezzo.

Ivan (quando non ha voglia)
Nel qual caso, oggettivamente, diventa fastidioso quanto un moscone nella Caipirinha.

Santon
Non ce l’ho con lui. Giuro. Quando lo vedrò andare sul fondo (fino in fondo) e mettere un cross di sinistro offrirò un litro di spuma a testa.

Pagelle:
Handa 6.5, D’Ambrosio 6, Skriniar 7,5, Miranda 6,5, Cancelo 5,5, Rafinha 7,5, Borja 6 molto meno (a malincuore), Brozo 7, Karamoh 6,5, Ivan1 5.5, Ivan2 7, Icardi 6,5, Vecino 5, Santon 5,5, Candreva s.v.

Rispondi