Contro il Contropiede (in bocca a lupo Frank!)

di Michele Tossani E così Frank de Boer torna in pista: sarà l'ottavo manager in sette stagioni a Selhurst Park, dove sostituisce Sam Allardyce, dimessosi al termine di questa stagione dopo aver guidato le Eagles alla salvezza. Dopo aver toccata il suo apice recente sul finire della stagione 2015/16 (quando la squadra si era trovata... Continue Reading →

Di nome fa Milan, ma Skriniar non è poi così male

Questo mese di giugno per noi interisti è una specie di calvario. Siti e giornali vari hanno accostato ai colori della Beneamata praticamente chiunque abbia calciato un pallone nell'anno solare, sparando nel mucchio per cercare di indovinare le trattative portate avanti sotto traccia dal duo Sabatini-Ausilio. E poi i continui riferimenti al Fair Play Finanziario... Continue Reading →

Fenomeno

Quando perdi una persona cara non la trovi più. Quando ho perso mio padre ho cominciato a perdere le sensazioni, i cinque sensi e quel sesto senso che credevo di avere. Perché quando perdi un padre dimentichi giorno dopo giorno la sua voce, la misura di un abbraccio, l'odore della sua schiuma da barba. Non... Continue Reading →

Un Ronaldo è per sempre

Ero rientrato dall’università dopo un esame andato così così, ma era il 20 di giugno, l’estate si apriva piena di occasioni davanti a me e quando mio padre mi venne a prendere alla stazione per arrivare a casa giusto in tempo per la cena mi disse solo “E’ arrivato”. In cucina non avevamo la TV,... Continue Reading →

Il mercato che vorrei

Quattro firme de il Nero e l'Azzurro analizzano la situazione del mercato tra digressioni tattiche e sentimenti personali. Tra utilità e bellezza, come la nostra maglia impone. il Portiere che vorrei (di Tommaso de Mojana @tomedemou) Solo lui. Poco conta che il ragazzo ancora ne debba compiere 25: Mattia Perin è uno di noi dal... Continue Reading →

Spalletti e il gioco liquido

di Michele Tossani (tattico) e Cristiano Carriero (story) Spalletti con la giacca di Oscar Giannino è già un buon incipit per questa storia. Spalletti che ripete "Uomini forti destini forti, uomini deboli destini deboli" è già meme. Indipendentemente dalle voci che circolavano e che volevano la dirigenza nerazzurra dietro Antonio Conte e Diego Simeone, quello... Continue Reading →