Contro il Contropiede (in bocca a lupo Frank!)

di Michele Tossani E così Frank de Boer torna in pista: sarà l'ottavo manager in sette stagioni a Selhurst Park, dove sostituisce Sam Allardyce, dimessosi al termine di questa stagione dopo aver guidato le Eagles alla salvezza. Dopo aver toccata il suo apice recente sul finire della stagione 2015/16 (quando la squadra si era trovata … Leggi tutto Contro il Contropiede (in bocca a lupo Frank!)

Di nome fa Milan, ma Skriniar non è poi così male

Questo mese di giugno per noi interisti è una specie di calvario. Siti e giornali vari hanno accostato ai colori della Beneamata praticamente chiunque abbia calciato un pallone nell'anno solare, sparando nel mucchio per cercare di indovinare le trattative portate avanti sotto traccia dal duo Sabatini-Ausilio. E poi i continui riferimenti al Fair Play Finanziario … Leggi tutto Di nome fa Milan, ma Skriniar non è poi così male

Tu, tu che sei diverso, almeno tu, nell’universo (dichiarazione d’amore a Borja Valero)

I capitani altrui non si toccano. Non che sia una regola ma quando la mia squadra corteggia bandiere che garriscono da tempo in altri stadi, provo un imbarazzo terribile e mi sento in colpa. Borja Valero è innamorato di Firenze tanto quanto città e tifoseria lo sono di lui, una corrispondenza di sentimenti nata e … Leggi tutto Tu, tu che sei diverso, almeno tu, nell’universo (dichiarazione d’amore a Borja Valero)

Il mercato che vorrei

Quattro firme de il Nero e l'Azzurro analizzano la situazione del mercato tra digressioni tattiche e sentimenti personali. Tra utilità e bellezza, come la nostra maglia impone. il Portiere che vorrei (di Tommaso de Mojana @tomedemou) Solo lui. Poco conta che il ragazzo ancora ne debba compiere 25: Mattia Perin è uno di noi dal … Leggi tutto Il mercato che vorrei

Un duro. Che duri. Sperando che “qualcosa dalla sfera esca fuori”

Ascoltare Luciano Spalletti da Certaldo in una qualsiasi conferenza stampa, come quella di presentazione, è come immergersi nella lettura dell’Ulisse di James Joyce (per chi lo ha amato venerdì 16 è il Bloomsday). Stesso flusso di coscienza ininterrotto, stessa assenza di punteggiatura, medesimi salti logici, cambi di soggetto, evoluzioni mentali e un avviluppato processo cognitivo … Leggi tutto Un duro. Che duri. Sperando che “qualcosa dalla sfera esca fuori”

Spalletti e il gioco liquido

di Michele Tossani (tattico) e Cristiano Carriero (story) Spalletti con la giacca di Oscar Giannino è già un buon incipit per questa storia. Spalletti che ripete "Uomini forti destini forti, uomini deboli destini deboli" è già meme. Indipendentemente dalle voci che circolavano e che volevano la dirigenza nerazzurra dietro Antonio Conte e Diego Simeone, quello … Leggi tutto Spalletti e il gioco liquido

Abbracciarsi. Le considerazioni che non avevo scritto sulla finale di Champions

Le parole hanno una loro responsabilità, vanno pesate, ponderate, scelte. Nel calcio non capita spesso. È molto più facile parlare per categorie, generalizzare, creare fazioni, fomentare odio. Di questo pezzo, di una bozza scritta di fretta per parlare di una partita che non era la nostra, non è rimasto nulla. Cancellato. Non ci sono "ma", … Leggi tutto Abbracciarsi. Le considerazioni che non avevo scritto sulla finale di Champions