L’esterno del mio esterno è un centrale

Non avevamo capito, la strategia è chiara. Con l’acquisto di Joao Mario (se confermato e perfezionato nelle prossime ore), l’Inter completa una batteria di esterni che non ha pari nel mondo.

Joao-Mario-682065

Una squadra perimetrale che nemmeno i Golden State Warriors. Perisic, Joao Mario, Eder, Candreva, Biabiany e all’occorrenza anche Kondogbia. Se non ci sono buoni centrali sul mercato o se quelli che ci sono nonostante sian buoni non hanno le caratteristiche tecniche e la statura morale per indossare la gloriosa casacca, meglio raggiungere la zona nevralgica del campo attraverso una deviazione larghissima sull’esterno, uscire e rientrare dall’altra parte fino al raggiungimento della corretta posizione. Il nemico del mio nemico è un mio amico. L’esterno del mio esterno è un centrale, o forse anche solo un interno

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: